Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Patto educativo di corresponsabilità

 

(Il presente documento, inserito nel Diario di Istituto consegnato a ciascun aluunno, viene sottoscritto all'inizio dell'anno scolastico, per gli alunni iscritti alla classe prima)

a.s. 2014-2015

Premessa

"L'educazione deve tendere allo sviluppo della personalità, dei talenti, delle abilità mentali
e fisiche; allo sviluppo del rispetto per i diritti umani e per le libertà fondamentali; alla
preparazione ad una vita responsabile in una società libera, in uno spirito di comprensione,
di pace, di tolleranza, uguaglianza fra i sessi e amicizia tra tutti i popoli, gruppi etnici,
nazionali e religiosi; allo sviluppo del rispetto per l'ambiente naturale."

Convenzione ONU 1989

Il Patto Educativo di Corresponsabilità (PEC) è un documento importante che per la prima volta mette in evidenza il contratto educativo tra scuola e famiglia. L’obiettivo del patto educativo, vincolante con la sua sottoscrizione, è quello di “impegnare le famiglie, fin dal momento dell’iscrizione, a condividere con la scuola i nuclei fondanti dell’azione educativa” (nota ministeriale del 31/7/2008). E’ una vera e propria alleanza al centro della quale ci sono i giovani , e tutti insieme, genitori, docenti, dirigente, personale ATA, pur con ruoli diversi, sono chiamati ad impegnarsi per un obiettivo comune: il bene dei ragazzi, offrendo loro le migliori condizioni per una crescita sana.

I genitori devono, inoltre, essere consapevoli che le infrazioni disciplinari dei propri figli (le infrazioni e i conseguenti provvedimenti disciplinari sono reperibili nel regolamento di Istituto) possono dar luogo a sanzioni ispirate alla riparazione del danno (art. 4 comma 5 del Dpr 249-1998, modificato dal Dpr 235/2007).

Il Dirigente Scolastico, quale rappresentante dell’istituzione scolastica, assumerà l’impegno affinché i diritti dei genitori e degli studenti siano pienamente garantiti.

Patto Educativo di Corresponsabilità

1. Visto il DM n° 5843/A3 del 16 ottobre 2006 “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”;

2. Visti il Dpr n° 249 del 24/06/1998 e il Dpr n° 235 del 21/11/2007 “Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria”;

3. Visto il DM n° 16 del 5 febbraio 2007 “Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione del bullismo”;

4. Visto il DM n° 30 del 15 marzo 2007 “Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di telefoni cellulare e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti”;

5. Vista la delibera del Collegio dei Docenti Unitario del 3 dicembre 2009;

6. Vista la delibera del Consiglio d’Istituto del 4 dicembre 2009.

L’Istituzione scolastica, i genitori, gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Montecchio Emilia sottoscrivono il seguente PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

 

I Docenti si impegnano a:

 Creare un clima scolastico sereno in cui stimolare il dialogo, favorendo la conoscenza e il
rapporto reciproco fra studenti, l’integrazione, l’accoglienza, il rispetto di sé e degli altri,
coetanei e adulti.
 Valorizzare i comportamenti positivi degli alunni e intervenire con fermezza e con volontà
di recupero, nei confronti di chi assume comportamenti negativi.
 Incoraggiare e gratificare la creatività di ognuno, favorendo anche la capacità di iniziativa,
di decisione e di assunzione di responsabilità.
 Pianificare il proprio lavoro, condividendo con gli alunni tappe, metodi e mete, facendo sì
che l’alunno possa essere costruttore e protagonista del proprio sapere, nel rispetto della
libertà d’insegnamento.
 Cogliere e promuovere la valenza formativa della valutazione, comunicando a studenti e
genitori con chiarezza i risultati delle verifiche scritte e orali.
 Comunicare con le famiglie, informandole sull’andamento didattico-disciplinare degli
studenti.
 Pianificare il proprio lavoro, in modo da prevedere anche attività di recupero e sostegno.
 Esplicitare fin dall’inizio dell’anno scolastico le richieste e le sanzioni eventuali per chi
trasgredisce le regole.
 Salvaguardare l’incolumità fisica e psicologica degli alunni.
 Rispettare gli alunni, le famiglie e il personale della scuola.
 Conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto.
 Essere presenti a scuola in orario, vigilando in qualsiasi momento della giornata.
 Non usare il cellulare in classe. 
 

La famiglia si impegna a:

 Motivare i ragazzi allo studio e all’apprendimento, seguendoli nel percorso scolastico e
valorizzando il loro lavoro.
 Collaborare al progetto formativo partecipando, con proposte e contributi critici, a riunioni,
assemblee, consigli di classe e colloqui.
 Rispettare le scelte educative e didattiche dell’insegnante.
 Riconoscere l’autorevolezza dell’insegnante.
 Rivolgersi ai docenti in presenza di problemi educativi, didattici o personali.
 Conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto.
 Far rispettare l’orario d’entrata e d’uscita dalla scuola.
 Garantire una frequenza assidua alle lezioni.
 Assicurare la presenza del materiale scolastico necessario.
 Controllare che il lavoro assegnato a casa venga svolto regolarmente.
 Giustificare puntualmente ogni assenza del figlio e firmare ogni comunicazione ricevuta
dalla scuola.
 Firmare le valutazioni riguardanti le singole discipline riportate sul diario scolastico. 

​L’alunno si impegna a:

 Rispettare i compagni e creare un clima collaborativo e sereno.
 Partecipare alle lezioni con impegno e serietà.  Parlare con i professori dei problemi della classe, in un clima di dialogo e di rispetto.
 Mantenere un comportamento corretto in ogni situazione, rispettando il personale e
lasciando la classe in ordine.
 Avere un comportamento adeguato per la propria sicurezza e quella altrui, sia in situazioni
quotidiane che in situazioni di pericolo.
 Condividere con i professori e la famiglia le attività scolastiche e il Regolamento d’Istituto.
 Essere puntuali alle lezioni e non fare assenze ingiustificate.
 Non usare il cellulare a scuola.
 Uscire dalla classe solo con il permesso del professore.
 Rispettare i compagni, i professori e il personale scolastico.
 Parlare in modo adeguato (niente parolacce!).
 Pagare i danni compiuti intenzionalmente o non.
 Far firmare alla famiglia gli avvisi ricevuti.
 Fare sempre i compiti a casa ed eventualmente chiedere spiegazioni ai professori.
 Svolgere regolarmente le verifiche previste.
 Portare sempre ed usare correttamente il materiale scolastico.
 Vestirsi in modo adeguato all’ambiente scolastico. 

 

Firma del docente coordinatore del Consiglio di Classe:…………………........,…………………………

Firma del genitore per accettazione, per quanto riguarda il proprio ruolo: ………………………………

Firma dello studente/della studentessa, per quanto riguarda il proprio ruolo:……………………………

 

Data: ……………………………….

 

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Sito realizzato da Lavia Di Sabatino su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia nell’ambito del Progetto “Un CMS per la scuola”.