Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Scuola Primaria "Neria Secchi" - Bibbiano

StampaStampaSalva .pdfSalva .pdf

42021 Fossa di BIBBIANO - Via Malaguzzi 1 - Tel./Fax 0522 883004

Codice meccanografico della Scuola: REEE835035

Docente coordinatrice di sede: Rossana Santoro
Supporto al coordinamento: Sandra Violi

Neria Secchi disegnata da una sua alunnaScuola SecchiLa Scuola Primaria di Fossa è intitolata a Neria Secchi, insegnante prematuramente scomparsa che si è sempre distinta per l’impegno, la passione e la competenza con cui ha lavorato nella scuola di Bibbiano. 

Dal gennaio 2005 nell'edificio scolastico, in parte ristrutturato e in parte costruito ex-novo, sono confluite anche tutte le classi dei plessi “P. Del Rio” di Barco e “G. Carducci” di Bibbiano.

 

 

 

spunta Elenco materiale classi prime a.s. 2019/2020

spunta La biblioteca compie 10 anni, facciamo festa insieme 

spunta  English Theater & workshop  a.s. 2018/2019

Martedì 6 marzo  le classi 3^ , 4^ e 5^  hanno assisitito allo spattacolo "Vaiana loves the sea"

                 

 

Gioverì 7 marzo le classi 1^ e 2^ hanno assistitot allo spettacolo "The little blue men"

 

 

               

 

I bambini hanno concluso la mattinata con workshop in ogni classe, accompagnati da un attore. Indimenticabile:

spunta Laboratorio scrittura creativa  in 4 A

La docente Sandra Violi ha organizzato un laboratorio di scrittura creativa con la collaborazione di Daniele Lunghini, per gli alunni di 4A. Ecco cosa è accaduto.

Sempre alla ricerca di nuovi giochi, di nuovi test e prove, un giorno mi stavo chiedendo cosa avrei voluto chiedere a un me stesso più adulto se fossi stato ancora bambino. Io sono un appassionato di fantascienza e il tema del viaggio del tempo è tra i più frequentati del genere. Mi sono chiesto se uno schema del genere avesse portato giovamento al progetto. Non ho avuto dubbi e l’ho subito proposto ai ragazzi. Ho detto ai ragazzi di scrivere le domande che avrebbero voluto fare al proprio sé stesso trentenne. Pur avendo esclamato il titolo del test, pomposamente "La macchina del tempo",  ho fatto loro scrivere in fase di stallo emozionale. Nessun stimolo emotivo avevo loro prodotto. Era importante che fosse il loro presente a chiedere, non qualcosa di adulterato. A quel punto ho cominciato a far vedere scene tratte da film della serie La Macchina del Tempo o riprese ricostruite in 3D di ambienti che si evolvono a velocità esagerata. Infine ho proiettato la scena finale di 2001 odissea nello spazio, quella del viaggio verso il satellite Io. Già sotto l’influenza delle immagini e musica d’impatto, ho detto loro di chiudere gli occhi. Ho cominciato a scandire gli anni che passavano…”ora avete 12 anni..ora 15..ora 20…qualcuno di voi è all’università..qualcuno sta guidando…qualcuno è fidanzato qualcuno no….21…22…28…qualcuno è sposato, qualcuno no…ora avete 30 anni. Tenete gli occhi chiusi..alzatevi. Avete trentanni e accanto a voi c’è il vostro io piccolo con una domanda. Leggetela e rispondete.“
Attivata la macchina emotiva, sono partiti nel loro viaggio nel tempo. Tante le risposte interessanti o curiose. Ma tra tutte penso che quella più sintomatica, più indicativa, la risposta con più risposte è stata questa: “Sono uno sfigato?” La domanda ha del commovente. Lui ha capito che non c’è bisogno di chiedere tanti dettagli  per avere una visione di massima. Vuole conoscere la vera essenza del destino che gli sarà riservato, lo stato delle cose, il senso del tutto. Non gli interessa essere fortunato o ricco, lui vuole vedersi semplicemente felice. Che poi è quello che vogliamo anche noi adulti, no?

spunta Il nostro orto 

Arriva la primavera e prepariamo  i vasconi per la semina: grazie all'intervento dei genitori i lavori possono iniziare.

spunta  Concorso "Usa e getta: è ora che si smetta"

In questi giorni alla Scuola Primaria “Secchi”, gli alunni  delle classi quarte, vincitori del concorso "Usa e getta: è ora che si smetta”, stanno distribuendo a tutti i loro  432 compagni di scuola  una borraccia con bicchiere che permetterà di abbattere il consumo di bottigliette di plastica.

    

All’acquisto e alla distribuzione  ha provveduto il Comune di Bibbiano che, nella persona dell’ Assessore all’Ambiente Loretta Bellelli,  ha confermato la stretta collaborazione fra Scuola,  Comune e Centro di Educazione Ambientale.

 

spunta Iscrizioni a. s. 2019/2020

Accedi alla pagina

 

21 novembre 2018 - Festa degli Alberi e non solo.......                                                           

Il 21 novembre 2018,  in occasione della Festa degli Alberi le classi 2C 2E hanno osservato le piante che erano state  messe a dimora lo scorso anno scolastico, ma la festa continua...  e così sabato 1° dicembre 2018  un piccolo gruppo di volontari (genitori e nonni) delle classi 1^  si è occupato della pulizia dell'orto: i papà  hanno donato il loro tempo prezioso, oltre al materiale per ripristinare l’utilizzo dei vasconi che saranno come nuovi, grazie all’intervento di restauro e riverniciatura.  Grazie a tutti!!!

       

 

20 aprile 2018 - Impegno e conoscenza contro le mafie

Si è concluso venerdì 20 aprile con la premiazione delle scuole partecipanti il progetto di Pedagogia civile“Impegno e conoscenza contro la mafia”.  

Sono stati proposti  incontri con Rosaria Cascio, allieva di Don Puglisi, con Graziella Accetta madre di Claudio Domino ucciso a otto anni dalla mafia e un laboratorio di lettura e scrittura creaiva  dal tema:  “Viaggio nel mondo dei diritti negati, la mafia non risparmia neanche i bambini”.  

I ragazzi hanno avuto modo di capire che  ai diritti corrispondono dei doveri, come due facce di una medaglia.  La mafia non rispetta i diritti   dei bambini e uccide  quelli che denunciano, non girano la testa per non vedere, ma la contrastano.  

Abbiamo trovato un legame, un filo che collega le vittime innocenti della mafia e  personaggi più conosciuti che l’hanno combattuta come Don Puglisi, Libero Grassi, Giovanni Falcone.Tutti loro con la loro storia ci impongono di fare la scelta giusta, di non essere indifferenti,  di segnalare ciò che non va come l’arbitro durane la partita o il vigile in strada.  Ricordiamo le parole di Martin Luther King “Ci pentiremo non solo delle parole e delle azioni odiose delle persone cattive, ma anche dello spaventoso silenzio delle persone buone.”

Tutti loro per noi sono "whistleblower “ suonatori di fischietto.

Allegato: Presentazione .ppt

 

Anno scolastico 2017/2018 - Elenco materiale per gli alunni delle classi prime a Tempo Normale e a Tempo Pieno 

Kit multimediali alla Scuola Secchi

 

 

Lunedì 14 maggio le bambine e i bambini delle classi terze e quarte,  a nome di tutte le alunne e gli alunni della Scuola Primaria “Neria Secchi”, hanno incontrato le referenti delle Associazioni “Casina dei Bimbi” e “Noi per Loro” per consegnare  la donazione raccolta durante la Settimana del Pane; ecco le loro parole:

     “Per noi bambini della scuola Neria Secchi la  “Settimana del Pane” è ormai diventata una piacevole consuetudine. Si fa ormai da molti anni e  noi l'aspettiamo sempre con impazienza.

     Per 6 giorni rinunciamo alla nostra merenda ma al suo posto ci viene  consegnata una pagnotta fragrante e appena sfornata. Questa è la rinuncia più piacevole del modo: mangiare insieme il pane è una vera gioia, che comincia già quando il sacchetto ci viene portato in classe! Per noi bambini questa è forse la settimana più attesa dell'anno.

   D'altra parte lo sanno tutti che il pane, mangiato insieme, è più buono!

     Alla fine della settimana del pane le nostre famiglie consegnano a scuola la cifra che avrebbero speso per comprare le merende; qualche volta donano anche molto di più.

     Sappiamo che questi soldi servono a migliorare la vita dei bambini in  ospedale e siamo molto felici di poter contribuire, anche se in minima parte, ad aiutarli.

     Anche se siete venuti a scuola per ringraziarci, vorremmo in realtà ringraziarvi   anche noi, perché durante la nostra vita quotidiana siamo sempre molto presi dalle nostre attività e non ci capita spesso di fermarci a pensare a chi è meno fortunato di noi. Voi ci date l'opportunità di farlo e questo è molto importante per aiutarci a crescere nello spirito.

     Vorremmo ringraziarvi anche per l'esempio che ci portate con la vostra attività: alla nostra età questo è molto importante. Grazie a voi sappiamo che si può         dedicare parte della propria vita agli altri, che si può donare non solo i soldi ma anche il tempo e speriamo, da grandi, di saper seguire il vostro esempio.

Alle parole dei bambini aggiungiamo un ringraziamento particolare ai genitori, alle insegnanti e ai collaboratori scolastici che hanno reso possibile l’iniziativa

Ecco il link del video dell'associazione Casina dei Bimbi da far vedere ai bambini, per scoprire le nostre attività!

Allegato: Locandina

 

La Festa della Scuola a. s. 2016/2017

Sabato 17 settembre 2016 presso la scuola primaria “N. Secchi” di Bibbiano si è svolta la tradizionale festa di inizio anno scolastico. Alunni, insegnanti e genitori si sono ritrovati, dopo le vacanze estive, per salutarsi e stare insieme qualche ora e per dare il benvenuto ai bambini delle quattro classi prime che sono stati presentati “sfilando” sul palco accompagnati dagli amici più grandi di classe quinta che hanno loro donato un piccolo regalo a ricordo di questa giornata.

Il Sindaco di Bibbiano Andrea Carletti e l’Assessore alla scuola Paola Tognoni hanno salutato e ringraziato docenti, genitori e collaboratori scolastici che ogni giorno si impegnano per valorizzare l'importanza della scuola come luogo per formare i cittadini di domani. 

Prima dei giochi guidati dagli esperti della Fondazione PB, gli alunni hanno cantato alcune canzoni e intonato l’inno nazionale italiano. I bambini hanno indossato magliette colorate differenziate per classe e, visibilmente felici di trovarsi ancora insieme, si sono divertiti nelle attività loro proposte insieme ai loro genitori.

 

 

La Festa della Scuola a. s. 2015/2016

Sabato 20 settembre 2015, presso la scuola primaria “N. Secchi” di Bibbiano, si è svolta la tradizionale Festa di inizio anno scolastico.

Nonostante la pioggia caduta abbondante nella notte e durante la primissima mattina, grazie anche alla disponibilità dei genitori che si sono da subito attivati per “ripulire” dall’acqua il campo da basket e il palco, la festa si è potuta realizzare secondo i programmi previsti.

Questo momento è per noi importante per la presentazione dei nuovi alunni di prima che, accompagnati dai loro compagni più grandi di quinta, hanno sfilato sul palco davanti agli altri bambini della scuola, alle insegnanti, ai genitori, al Dirigente dell’Istituto Comprensivo prof.ssa Elena Guidi , al Sindaco del Comune di Bibbiano Andrea Carletti e all’Assessore alla scuola del Comune di Bibbiano Paola Tognoni.

Tutto è iniziato proprio con il saluto di benvenuto e un augurio di un buon anno a tutti, studenti ed operatori scolastici, da parte delle autorità presenti che hanno sottolineato l’importanza della scuola come “ambiente educativo e didattico con il compito di formare i cittadini di domani”.

Durante la mattinata in cui i bambini sono stati intrattenuti con canti e balli guidati, giochi in palestra e in cortile per i remigini, si è potuto assistere allo spettacolo teatrale realizzato da Matteo Razzini con la preziosa collaborazione di alcuni genitori che si sono prestati come attori.

Un momento toccante il ricordo di Neria Secchi da parte della coordinatrice di sede Onilde Severi e la presentazione, davanti anche a Marcella, la nipote di Neria, e all’ex Dirigente Scolastico  dott.ssa Nanda Baldi, del nome artistico della scuola su di un pannello in cui le lettere che compongono il nome stesso “Neria Secchi” sono state realizzate e rappresentate con immagini e disegni particolari eseguiti dagli alunni del plesso; questo è stato collocato a lato dell’ingresso posto a nord.

Nell’atrio della scuola, oltre ad una piccola mostra dei libri scritti da Neria, è stato possibile esporre vasetti di sale aromatizzato con salvia e rosmarino e vasetti di lavanda, prodotti dell’orto della scuola realizzato con gli alunni.

Le insegnanti colgono l’occasione per ringraziare di cuore gli esperti intervenuti e tutti i genitori per la loro sempre preziosa collaborazione, anche nella gestione della  merenda e per aver contribuito alla buona riuscita della festa di inizio anno della scuola “Secchi” di Bibbiano.

 

 

spunta  Si pubblicano  i due tipi di menu:

​forniti da CIR Food s.c. e predisposti per la mensa della Scuola Primaria De Amicis per l'anno scolastico 2016/17. Le tabelle originali inviate da CIR sono esposte all'albo della Scuola.

 

 

L'Istituto ha celebrato il decennale della morte di Neria Secchi, con due giornate commemorative ricche di eventi

NERIA SECCHI donna, insegnante, scrittrice
UN RICORDO CONDIVISO

Venerdì 16 e Sabato 17 Novembre 2012  - Ex Scuola Elementare “P. Del Rio” di Barco

VENERDÌ 16 NOVEMBRE
Ore 10.00

Neria Secchi LocandinaInaugurazione della mostra alla presenza del Sindaco Sandro Venturelli e dell’ex Sindaco Orio Vergalli e degli alunni della scuola primariae secondaria di primo grado di Bibbiano.

Saranno esposti: oggetti, foto, video, costumi, opere di Neria Secchi.
Lavori degli alunni delle scuole di Bibbiano. Disegni degli illustratori dei libri di Neria Secchi: Ermanno Beretti e Giovanna Guazzetti.

Ore 16.30

Convegno
“La didattica della ricerca nella scuola di ieri e di oggi”.

Intervengono:
Sandro Venturelli, sindaco di Bibbiano, Nanda Baldi per “Gli amici di Neria”, ex dirigente Scolastica, Elena Guidi, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Montecchio-Bibbiano, Enrica Fontani, supervisore e docente a contratto presso l’università di Bologna, Dott. Lucio Guasti, docente universitario che terrà la relazione sul tema: “La ricerca didattica nella cultura e nella formazione”, Luciano Rondanini, dirigente dell’ufficio scolastico provinciale di Piacenza che interverrà sul tema: “Cosa cambia nella scuola con le nuove indicazioni nazionali per il curricolo”.
Al termine rinfresco per tutti i presenti.

Tre libri di Neria SecchiSABATO 17 NOVEMBRE
Ore 9.00

Apertura mostra (fino alle ore 18.30).

Ore 15.30
“Neria scrittrice”
Presentazione dei tre libri di narrativa
“Due ragazzi a Canossa”, “Gnec”, “Paura a Troia”.
A cura di Nanda Baldi e Athos Nobili (editore).
“Neria donna e Neria insegnante”
raccontata dagli ex-allievi.
“Neria alunna”
raccontata dal suo insegnante Prof. Renzo Barazzoni.

Impegno e conoscenza contro le mafie

Si è concluso venerdì 20 aprile con la premiazione delle scuole partecipanti il progetto di Pedagogia civile“Impegno e conoscenza contro la mafia”.  Sono stati proposti  incontri con Rosaria Cascio, allieva di Don Puglisi, con Graziella Accetta madre di Claudio Domino ucciso a otto anni dalla mafia e un laboratorio di lettura e scrittura creaiva  dal tema:  “Viaggio nel mondo dei diritti negati, la mafia non risparmia neanche i bambini”.  I ragazzi hanno avuto modo di capire che  ai diritti corrispondono dei doveri, come due facce di una medaglia.  La mafia non rispetta i diritti   dei bambini e uccide  quelli che denunciano, non girano la testa per non vedere, ma la contrastano.  Abbiamo trovato un legame, un filo che collega le vittime innocenti della mafia e  personaggi più conosciuti che l’hanno combattuta come Don Puglisi, Libero Grassi, Giovanni Falcone.Tutti loro con la loro storia ci impongono di fare la scelta giusta, di non essere indifferenti,  di segnalare ciò che non va come l’arbitro durane la partita o il vigile in strada.  Ricordiamo le parole di Martin Luther King “  Ci pentiremo non solo delle parole e delle azioni odiose delle persone cattive, ma anche dello spaventoso silenzio delle persone buone.”

Tutti loro  per noi  sono  wistellower “ suonatori di fischietto

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Sito realizzato da Lavia Di Sabatino su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia nell’ambito del Progetto “Un CMS per la scuola”.